Bayan-Ölgii, Mongolia - ottobre 2015

In Mongolia, nella provincia più occidentale di Bayan-Ölgii, sulla catena dei monti Altai, al confine con il Kazakistan, ogni anno la prima settimana di ottobre si tiene il Golden Eagle Festival, un evento in cui tutti gli Eagle Hunters (cacciatori con le aquile) di quella regione mettono in mostra le loro abilità di caccia e i loro fedeli animali, le aquile.

I cacciatori usano prendere le aquile quando sono ancora piccole, sottraendole letteralmente dal nido mentre la madre è in cerca di cibo. L’aquila verrà curata, allevata e addestrata dal suo cacciatore, solo lui può toccarla, accudirla e darle da mangiare. Per la sua aquila realizza personalmente un cappuccio fatto di pelle che pone sulla testa dell’animale così da coprirgli gli occhi, viene tolto solo nel momento in cui si procede con l’addestramento e nelle fasi di caccia.

L’addestramento consiste nell’insegnare all’aquila come riportare la preda al proprio cacciatore o attendere che arrivi una volta afferrata e immobilizzata a terra.

Dapprima il cacciatore trascina una carcassa di un animale dietro di se, solitamente un leprotto, mentre cavalca per farla inseguire dall’aquila in volo, e una volta appreso sarà il momento di provare con una vera situazione di caccia. Come ricompensa per il lavoro svolto all’aquila viene poi data la possibilità di mangiare una parte della preda appena cacciata.

I cacciatori indossano abiti tradizionali Kazaki, in parte ricamati con disegni della tradizione e vestono con dei copricapo e delle pellicce di pelo di lupo che hanno ereditato da qualche altro cacciatore della famiglia, lupo che evidentemente è stato cacciato in una battuta di caccia con le aquile.

 

EAGLE HUNTERS

I NOMADI DEGLI ALTAI

​© 2020 by Stefano Tomassetti

All images are covered by copyright and may not be downloaded or reproduced in any manner without permission of the author.

Tutte le immagini sono coperte da copyright e non possono essere scaricate o riprodotte in alcun modo senza il permesso dell'autore.

  • Facebook Clean